Filastrocca di Carnevale

Filastrocca di Carnevale

Carnevale è una festa

che vuole ci si travesta

per narrare ciò che è stato

in un tempo ormai passato.

Ma la storia che è maestra

ci racconta che la festa

permetteva ai contadini

di sparlar dei signorini

e che sotto i mascheroni

si burlavan dei padroni.

Nell’allegra compagnia

si aggiunge la magia

di quei tipi un poco loschi

che alloggiano nei boschi

nei racconti delle sere

quando infurian le bufere.

Nel corteo tra la gente

che schiamazza irriverente

puoi trovare una vecchina

con in testa una gallina

Il corsar dei sette mari

che ha gli occhi come i fari.

Chi può dirlo o puo’ saperlo

cosa c’è sotto il mantello,

forse un principe strabello

o una fata illusionista

con gli occhiali per la vista?

Poi sui carri festeggianti

ci son tutti gli abitanti

a omaggiar San Colombano

che è venuto da lontano.

E la sera un po’ distrutti

ci troviamo proprio tutti:

i bambini nel lettino

con un sogno sul cuscino

e le zie, nonni e parenti

fanno andare bocche e denti

innaffiando il cammino

con un buon bicchier di vino.

Per finir la buona pappa

giù veloce un po’ di grappa.

Tra il mangiare e l’alte voci

le ore fuggono veloci

e la gente e i figuranti

tornan a casa tutti quanti.

 

Quiete dormono le vette

e le stelle strette strette

stando fisse sulle rotte

ci sussurran buona notte.

Rita De Santis

Scrivi un nuovo commento: (Clicca qui)

123homepage.it
Caratteri rimanenti: 160
OK Sta inviando...
Vedi tutti i commenti

Commenti più recenti

19.06 | 15:11

Ciao Rita ho appena finito di leggere il tuo libro #il nuoro
Lo trovo veramente bello
Ma quello che mi è piaciuto di più e' scoprire una donna cosi forte

...
07.05 | 18:39

Sono orgoglioso di essere tu figlio

...
27.07 | 07:56

Super mamma l'unica cosa che non inganna è l'amore di una madre verso i propri figli ciao

...
19.11 | 20:43
Il Nuoro e gli #Altr ha ricevuto 2
A te piace questa pagina