Nostalgie

Come mi manchi

Come mi manchi

flebile filo di Arianna

più utile al pensiero

che al tatto

lontano nella dimora usata

dove spendi una notte che non hai.

Un grido irrompe nel pensiero

e tace involontario per sempre

Come sei lontano

Come sei lontano amore

da questa nevicata di petali

che predice la primavera.

Non voltarti segui il glicine

gonfio di vita

sono li

sotto l'ombra del tuo pensiero

ad intrecciare ricordi

sperando di riconoscerti

nel cuore del pettirosso amico

che pigola

sulla ringhiera del tempo

cosparsa di briciole di te.

Come duole nel cuore

quel suo canto

di esule volontario

quella freccia immobile

nell'arco del sagittario che fende

quell'aria silenziosa della sera di marzo

Scrivi un nuovo commento: (Clicca qui)

123homepage.it
Caratteri rimanenti: 160
OK Sta inviando...
Vedi tutti i commenti

Commenti più recenti

19.06 | 15:11

Ciao Rita ho appena finito di leggere il tuo libro #il nuoro
Lo trovo veramente bello
Ma quello che mi è piaciuto di più e' scoprire una donna cosi forte

...
07.05 | 18:39

Sono orgoglioso di essere tu figlio

...
27.07 | 07:56

Super mamma l'unica cosa che non inganna è l'amore di una madre verso i propri figli ciao

...
07.05 | 18:37
La Madrigaleria ha ricevuto 4
A te piace questa pagina